Ott06

Fino a poco tempo fa, quando andavo ad Ostia Lido lo facevo per godermi un po’ il litorale di Roma, per passeggiare tra le caratteristiche viuzze e respirare l’aria salmastra del Tirreno. Poi un amico mi ha fatto conoscere il Matrix Paintball di Ostia: e i miei week end sono cambiati completamente.

Matrix Paintball Ostia

Mi è sempre piaciuto fare attività all’aria aperta. Durante la settimana si sta sempre chiusi in ufficio, e quando ho una giornata libera mi piacere trovare il modo di stare con gli amici, e di sgranchirmi un po’ le gambe. Così quando mi hanno proposto il paintball mi sono subito incuriosito, anche se, lo ammetto, non avevo la più pallida idea di che cosa si trattasse.

Così, ho studiato un po’ di storia di questo coloratissimo sport. Pare che sia nato in America, intorno agli anni settanta, anche se all’inizio non si trattava di un gioco, ma di un modo per segnare gli alberi da abbattere, in mezzo alle fitte foreste, usando una pistola che sparava palline colorate.

Queste palline si infrangevano sul tronco, identificandolo in modo inequivocabile. Con il tempo, i markers, così erano chiamate le pistole, vennero perfezionate, se ne costruirono diversi modelli, e alla fine furono ideate anche delle regole di gioco, che potrei definire di guerriglia all’aria aperta.

Specifico però che è una guerriglia del tutto pacifica, perché si combatte a suon di… colori. Ci sono due squadre avversarie che si fronteggiano, usando i markers, che in Italia sono chiamati marcatori, per colpire i nemici dell’altro team. Alla fine, ti dico la verità, chi vince conta davvero poco: il divertimento sta tutto nel simulare agguati e aggressioni, e nell’esercitare la propria mira, in una continua esplosione di colori diversi.

Nel nostro paese, il paintball è arrivato in tempi più recenti ma sta spopolando proprio perché offre l’opportunità di divertirsi con gli amici, di allenarsi in modo leggero e simpatico, e di passare ore spensierate a contatto con la natura. Io mi sono avvicinato al paintball con Matrix Paintball di Ostia, una struttura dedicata in cui ho trovato tutti i servizi necessari, e una fantastica accoglienza.

Arrivare è facilissimo: infatti il Matrix Paintball di Ostia si trova a poca distanza dal quartiere Eur di Roma, e dalla fermata Piramide della metropolitana, con il treno, si può raggiungere con facilità in poco meno di un’ora. Il campo è stato costruito in un boschetto formato da un centinaio di alberi, arricchito da strutture in legno dietro le quali ci si può nascondere per prendere la mira.

Una volta che si è prenotato, lo staff organizzativo pensa a tutto: l’unica cosa di cui preoccuparsi è il proprio abbigliamento, che deve essere il più comodo e informale possibile. Poi sul posto ti vengono fornite le protezioni, tra cui la maschera per proteggere il viso, e ovviamente il marcatore.

Il paintball è uno sport sicurissimo: le probabilità di subire un incidente sono infinitesimali. Basta trovare un gruppetto di almeno sei persone per accedere al campo e passare ore di puro svago. In primavera il Matrix Paintball di Ostia è ancora più piacevole, perché dopo la partita ci si può soffermare al bar per un aperitivo o uno spuntino, o chi vuole può addirittura organizzare una bella grigliata, usando i barbecue presenti nell’area appositamente attrezzata.

Il Matrix Paintball di Ostia è ospitato presso il Circolo dei Promontori, e vi si accede dal Bar del Tennis. Quest’area consente anche di praticare altre attività più tradizionali, come il calcetto, o la pallavolo, e offre un servizio di catering, di cui si può fruire nella zona che ci è stata riservata.

Un week end ho deciso di portarci anche i miei figli. I bambini di oggi passano tanto tempo seduti davanti al computer, e ho pensato che un po’ di movimento non poteva che far loro bene! Anche perché, come ti dicevo, ero certo che non avrebbero corso nessun rischio giocando al paintball: anzi, avrebbero potuto sviluppare le loro doti di osservazione e di organizzazione strategica. Infatti si sono divertiti tantissimo, e nemmeno la mamma si è arrabbiata per i vestiti tutti macchiati. I colori sono atossici e lavabili, e non presentano alcuna controindicazione per la salute.

Matrix Paintball Ostia Per Bambini

Alla sera ci siamo fermati al bar per un gelato, godendoci il tramonto sul Lido di Ostia. Mi sembrava incredibile che, a così poca distanza dal caos di Roma, potesse esserci un luogo di tale bellezza, completamente immerso nella natura. Sto pensando di prenotare per il compleanno dei miei figli: loro e i loro amici si potrebbero scatenare in libertà, e il costo di affitto del campo è davvero irrisorio.

E poi, lo ammetto, tornerò anch’io a fare una partita di paintball: credo che gli adulti si divertano anche più dei loro figli, perché per loro è un modo di tornare un po’ bambini.

Scopri Le Nostre Offerte Per Le Tue Vacanze Contattaci →


 

Photo credits:

1) MatrixPaintBall.it

2) MatrixPaintBall.it

Ott05

Cosa Fare A Ostia La Sera

Cosa fare a Ostia la sera è una domanda molto importante. Infatti, Ostia è uno dei luoghi del litorale di Roma che i cittadini romani ed i turisti frequentano maggiormente durante l’estate.

I motivi principali sono la vicinanza con la capitale, il grande numero di spiagge attrezzate e la presenza di parecchi locali notturni.

Inoltre, Ostia si può raggiungere comodamente sia con l’auto che con il treno, ma anche attraverso autobus che portano direttamente al centro di Ostia o all’accesso per il mare di Capocotta.

Ad Ostia vi sono numerose attrattive e cose da fare sia durante il giorno che durante la notte: infatti, di sera molti stabilimenti balneari si trasformano in cocktail bar, ristoranti oppure discoteche.

Si può quindi prendere un aperitivo con gli amici, tra luci soffuse e la spiaggia bianca. Ma i locali di Ostia si trovano non soltanto sul lungomare.

Qui l’atmosfera creata di notte dalla spiaggia con il sottofondo delle onde che si infrangono rende la serata estremamente piacevole, ma anche in città vi sono locali molto belli.

L’ampia scelta tra pub, bar (il più famoso è il Sisto Bar), locali notturni e discoteche permette di trovare sempre il luogo più adatto alle proprie esigenze.

Questo vale soprattutto in estate, quando le possibilità di divertirsi ad Ostia raggiunge il top e si ha una più ampia gamma di possibilità tra cui scegliere.

Si può fare una passeggiata sul lungomare (area pedonale) oppure andare in un locale per ballare, ma anche per un cocktail. In alternativa, si può scegliere un locale in stile etnico.

Infatti ve ne sono alcuni in cui si può ballare o (in base alla programmazione del giorno) partecipare a serate meditative più tranquille.

Tuttavia, ogni sera verso mezzanotte, la musica che proviene dai disco pub e dai locali notturni si fa più dance e più alta, così da potersi scatenare fino alle ore piccole.

Cosa Fare A Ostia La Sera: Ostia Antica

I migliori locali di Ostia

Quando ti chiedi cosa fare a Ostia la sera, la risposta più immediata è quella di andare in un locale. Ve ne sono tantissimi sparsi per tutta Ostia, che rimangono aperti fino a tardi. Vediamo quali sono i migliori.

Sul lungomare è famoso il Barkabar: si trova sul Lungomare Lutazio Catulo, vicino alla Rotonda. Si tratta di uno dei locali più rinomati e più frequentati di Ostia, grazie alle serate particolari organizzate e alla posizione favorevole.

Il Barkabar si caratterizza per il suo ambiente semplice, in cui prevalgono i colori chiari e tenui. A volte vengono organizzate serate a tema (ad esempio, il Martini Fruit Party, dove i cocktail sono a base di Martini).

Altre volte si propone agli uomini una drink card in modo da avere sconti sulle bevande per tutta la serata oppure si offrono alle donne prosecchi. In più, si può anche ballare sulle 3 piste al suono di musica black, revival e commerciale.

Un altro locale molto frequentato è La Spiaggetta sia per un aperitivo che per ballare (una caratteristica di ogni locale a Ostia). Il posto è molto rinomato per gli ottimi cocktail (soprattutto i tropical) e per il fatto che l’ingresso è sempre gratuito.

Sempre sul lungomare (Lungomare Amerigo Vespucci), si trova l’Oasi Beach Club, dove si organizzano eventi e serate musicali in riva al mare. Inoltre, sulla spiaggia sono presenti anche un open bar, sdraio ed ombrelloni.

Cocktail e musica dal vivo

Oltre alle serate disco, si propongono sere con musica dal vivo a La Casetta (in questo locale si tengono anche numerose feste private) e a Faber Beach.

Quest’ultimo è un noto stabilimento balneare in cui di giorno si trasmette dalla spiaggia musica via radio, mentre di notte vi sono serate di musica disco e live (soprattutto reggae e rock).

Andando verso i locali etnici, è molto originale il Tantrapop (sia nell’aspetto che nel tipo di serate organizzate). C’è da ricordarsi che alcuni locali sono aperti durante d’inverno, in modo da sapere cosa fare ad Ostia la sera anche in questa stagione.

Uno di questi è l’Alta marea – Open Bar: è dotato di due piscine vicino alla spiaggia e quindi si può ballare e bere a bordo piscina in un’atmosfera piacevole. Inoltre, vi si tengono anche piacevoli feste private.

Sono caratteristici anche i cocktail, preparati in moltissimi tipi diversi. Come vedi le possibilità di divertimento sono tantissime: basta scegliere il locale che si preferisce per decidere cosa fare a Ostia la sera.

Scopri Le Nostre Offerte Per Le Tue Vacanze Contattaci →


 

Photo credits:

1) Night dreams [Explored] => Riccardo Cuppini

2) ostia antica by night => Luca Biada

Ott04

Even with the modern changes happening in the general Italy, Giulio II Castle still maintains an ancient beauty. This is one place that you want to visit when in this area. It is also in this small modern town that you will find the small church of saint Aurea. The region is an interesting place to visit whether you want a quiet time or are looking for adventure since there are numerous shows and exhibitions you could attend.

Giulio II Castle Ostia Antica Italy

Giulio II Castle: Historical Monument

Italy has been marked as one of the regions in the world with a unique world heritage site. Even though Italy is famous for its many interesting sites, Giulio II Castle is a monument worth paying for when in the area. Furthermore, you should take this opportunity to vist the castle before it closes its doors to the public because the castle has been experiencing insufficient funding.

There was a time when Ostia Antica, which is the home of the great castle, had more than 72000 inhabitants. However in the 14th century the glorious city fell into ruin. The city became an entry for visitors from the sea to Rome. As a result issues of pirates was also rampant at some point. Even so, this did not make it any less famous especially considering that popular and respected people visited the castle during its glorious moments.

It is this association that contributes to its success to date. You can also be part of history by visiting the castle when in Italy. After all, you should not lose a once in a lifetime chance.

This castle was built around the same time that the rebuilding of the church in Ostia was commissioned in the 15th century. Its unique architectural structure and magnificent stature makes this castle the most striking building in modern day Ostia. The restoration of the town and building occured in the 20th century. This restoration maintained most of the historical greatness that every visitor should visit and experience it first hand.

Giulio II Castle Ostia Antica Italy: Location

The castle of Julius is located near the famous Rome. It is located in Piazza della Rosa, a small but elegant Roman square. Although in a small town, its well preserved historical ruins is enough reason for you to visit.

The castle is a 15th century military architectural fortress whose glory and purpose was lost when it became inaccessible due to floods. A changed river’s course after heavy floods turned a maginificent castle into an ornamental building since it could no longer serve its original purpose.

Even though the castle was originally built for defense purposes, due to unfortunate events it failed to meet its goals. It was built with a triangular shape with its base towards the sea. Its main purpose was to guard the city from the coast inversion but it also served custom officials well as they could control ships with ease. It was simple therefore to collect revenues for the Vatican in this manner.

Giulio II Castle Ostia Antica Italy

For the love of art

Like most ancient buildings, the great Giulio II castle has numerous art representation in its entire structuring. Everything in here is a representation of Pope Julius the second whose greatest love was arts. The castle was inspired by him and everything that was a representation of what he loved. Visiting this ancient castle will give you an opportunity to feed your eyes with some of the most magnificent frescos in the whole world. Most of the paintings were done by the greatest and most talented artists in the Peruzzi school.

It is here that you will find restored painting of the trials of Hercules and Cameo of the ancient Roman emperors. Although only partially revealed, this is a chance to get a sneak preview of what things were back then. It is therefore no strain as to why you must visit the great castle in Ostia.

Art lovers looking for inspiration need no convincing to get themselves to this place. Apart from artists, archeologists also have a reason to visit Ostia. The well preserved memoirs are a rich source of information for ancient study experts and collectors.

There is a lot to pick from this town starting with unique architectural designs. Furthermore, this is one area that has not been fully commercialized or modernized hence the much needed tranquility and peace can be found here. This is espeially if you are tired of the fast paced life of the rest of Italy.

You can always retreat to this part of the country and enjoy an ice cream, walk the coast and enjoy a few exhibitions. You can also relax with a loved one away from the hustles of town life.

Discover Our Offers For Your Holidays Contact Us →


 

Photo credits:

1) La Rocca Wikipedia

2) L’ingresso alla rocca ed il mastio => Wikipedia

Set25

Ostia Ancient Rome lies about thirty kilometers from Rome; the beautifully preserved ruins are found in the meadows of River Tiber. In the ancient Rome, Ostia was a port city, an important place where goods and people coming in and out of the Roman Empire passed. Getting into this wonderful tourist destination is easy; it will take approximately an hour to get here from the city centre of Rome. There is a railway station eight hundred yards from the gate. For those who would like to take a guided tour, this can be arranged while in Rome.

Ostia Ancient Rome

Ostia Ancient Rome is a sprawling ten thousand acres of land with a main street which runs for approximately two and half kilometers. One can imagine how the place was be during the Roman Empire, if it seems magnificent after hundred years of ruin, the place must have been beautiful during its heydays.

One can only get the picture through visiting the place, it is full of history; there is a lot to learn from these beautifully preserved ruins of a Roman Empire transport hub.

The countryside is just what one would have imagined, having all the characteristics of a rural area, it is flat and there is very little detraction from modernity which may characterize a tourist destination of this caliber. The area is very large; some of the areas away from the street have overgrown unkempt paths but offer a free access to the one of the magnificent view of the ruins that holds so much in terms of the historical information.

What you will see while in Ostia Ancient Rome

You are also bound to see magnificent architectural structures; this will make you appreciate the level of creativity exhibited by the ancient people in the Roman Empire. You will see apartment buildings which have two or three upper floors, there are also the medianum apartments which were mostly habited by the traders or the middle class, the Domus or the houses which were owned by the upper class are also well preserved in the site.

There are also several structures which houses shops, bars, hotels and brothels. Some of the structures which were used as baths and communal latrines still stand in the streets of Ostia. Other structures include the store buildings, wall paintings, sculpture, temples and shrines which were dedicated to ancient gods among other remains which make Ostia Ancient Rome a must visit to anyone who is studying history or just interested in knowing more about the Ancient Roman Empire and the lands it occupied.

You will also have a chance to visit a museum where you can learn more about Ostia. There are also modern restaurant and a toilet block right at the middle of the site. You will be surprised to find that most of the island is not commercial.

Like most of the ruins in different parts of the world, it might not make much sense for a visitor just to go for sight seeing; it would be more enjoyable if you get a guide who can explain things around. If you are unable to get a personal guide, there is an optional of acquiring an audio guide from the ticket office. The audio guides are available in several languages; you will have a recorded voice speaking to you in English, French, German, Italian and other languages.

The site is sun exposed and at times it can get very hot especially during the summer season, this means that if you are visiting around this time make sure you go armed with a sunscreen and an umbrella to avoid exposure to harmful sunrays.

Ostia Ancient Rome

Admission to Ostia Ancient Rome

Ostia Antica operates daily, the opening and closing hours are very flexible, the admission fees vary depending on the visitor place of origin. Seniors and children from any European Union country may enjoy free admission into the site.

Getting to Ostia through public means

You can easily get to Ostia through public transport from Rome, there is a suburban passenger train services which cruises several times in an hour from Rome to Ostia Antica station a short distance from the site, and actually it will only take you five minutes to get to the site from the station.

A visit to Ostia will take you back more than two thousand years ago, days when Roman Empire was ruling the Mediterranean region, when the city was a thriving trading centre , an exit and an entrance point for people and goods , home to more than sixty thousand people, a large city by the standards then.

Discover Our Offers For Your Holidays Contact Us →


 

Photo credits:

1) Ostia Antica Chris Lewis

2) Tranquillity of mind => Riccardo Cuppini

Set21

Dove si trova l’isola pedonale di Ostia

Ogni estate il lungomare di Ostia vede la realizzazione di un’isola pedonale. Gli uffici tecnici e la Polizia di Roma Capitale si occupano di studiare il percorso della zona pedonale di Ostia e di decidere i giorni e gli orari di chiusura e di apertura dell’area.

Isola Pedonale Ostia

Il lungomare viene aperto solamente ai pedoni da metà giugno alla fine dell’estate e quest’anno ha visto protagonista un tratto di lungomare meno ampio rispetto a quello realizzato lo scorso anno.

Al contrario, si sono realizzati percorsi in modo da realizzare una soluzione di continuità con l’area pedonale attuale e già esistente. Di conseguenza, l’isola pedonale provoca disagi minimi ai cittadini di Ostia.

L’obiettivo è di andare incontro sia alle esigenze dei cittadini sia di chi vuole passeggiare in tranquillità sul lungomare. Il Municipio X quest’anno ha chiuso il Lungomare nelle ore serali e notturne dal 15 giugno al 24 agosto.

L’isola pedonale è stata realizzata partendo dal pontile di Ostia per arrivare fino all’ex colonia Vittorio Emanuele: in questo modo, non solo puoi passeggiare in tranquillità, ma puoi anche ammirare la vista sul mare.

L’iniziativa è partita dopo una serie di sperimentazioni a marzo e ad aprile, in cui sono state realizzate le cosiddette domeniche pedonali.

Inaugurata a partire dal 9 marzo, quest’isola pedonale di Ostia prevedeva la chiusura al traffico tra via Giuliano da Sangallo a piazza Magellano dalle 9 alle 19 di sera.

Perchè l’isola pedonale di Ostia

L’isola pedonale di Ostia ha un’ampiezza di circa 8mila metri quadrati, realizzati a costo zero per l’amministrazione. Innanzitutto, si è deciso di rendere ancora più particolare Via Rutilio Namaziano.

La via era già una food street e la decisione di chiuderla al traffico ha permesso di aumentare il numero di tavoli che i locali tengono sulla strada. In più, si è permesso agli artisti della street art di operare all’interno della strada.

Infine, si pensa di rendere via Rutilio Namaziano chiusa al traffico in maniera permanente a partire da questo autunno, lavorando sulle caratteristiche dell’arredo urbano, dell’illuminazione e della segnaletica.

Tra l’altro, il Lungomare è stato trasformato, nelle zone al di fuori dell’isola pedonale di Ostia in un’area a bassa velocità. Si tratta dell’area del Pontile e di viale della Marina.

In questo modo tu puoi passare immediatamente e senza difficoltà dall’isola pedonale di piazza Anco Marzio alla zona di Tor San Michele.

Che cosa trovi sul Lungomare, isola pedonale di Ostia

Per i romani mare vuol dire Ostia. Il Lungomare ed il Lido di Ostia sono ricchi di stabilimenti balneari che, essendo quelli più vicini a Roma, sono quelli più frequentati dagli abitanti della capitale.

Inoltre sono molto amati dai romani, perché vi si trovano numerose strutture come alberghi, club nautici e ristoranti (la specialità è, appunto, pesce).

L’isola pedonale di Ostia risulta il vero centro del quartiere, piena di negozi, ristoranti e bar. Non è solo un luogo dove si recano molti turisti e romani in vacanza, ma è anche un vero e proprio punto di riferimento per le passeggiate degli ostiensi.

Infatti, questi ultimi la preferiscono di gran lunga al porto turistico, dall’aspetto più commerciale e desolante. Proprio per questo il parcheggio può risultare difficile le sere dei giorni festivi, dato che l’isola pedonale di Ostia offre numerose possibilità di svago.

Si va dall’aperitivo al dopo cena, ma vi sono molte possibilità di svago anche per i bambini, che potranno correre e giocare in libertà ed in totale sicurezza, mentre i genitori possono fermarsi nei negozi e nelle caffetterie.

Per tutta la famiglia, invece, c’è la possibilità di gustare insieme gelati molto buoni. Infine, c’è il pregio di essere a due passi dal mare.

L’isola pedonale di ostia è molto semplice da raggiungere prendendo la metropolitana da Roma: è un tragitto comodo, utilizzando con lo stesso biglietto.

Tuttavia, vi è la possibilità di arrivarci anche dal mare, in quanto il nuovo Porto ospita barche di tutte le dimensioni. Quindi, si va dalle piccole imbarcazioni alle navi turistiche da cui sbarcano viaggiatori provenienti da tutto il mondo.

Infine, nei giorni festivi è aperta anche un’altra isola pedonale, chiamata di Ostia Antica: parte da via Guido Calza per arrivare appunto ad Ostia Antica. In questo modo si realizza la cosiddetta via dei Fori Imperiali locale.

Scopri Le Nostre Offerte Per Le Tue Vacanze Contattaci →


 

Photo credit: TripAdvisor.it

Set21

Ostia

If you go to Ostia, this means that you want to swim in the Italian sea after visiting Rome. Ostia lido, in fact, is very appreciated by all roman people that go there to have at least one day on the beach. From April to October, depending on the weather, both during the week end and during the other days of the week, many people spend some of their time walking on the sand or swimming.

Things To Do In Ostia Italy

But, of course, in Ostia there are also many other possibilities to spend your time, as there are a lot of things to do in Ostia, in Italy.

The harbor
As you can imagine, like the most part of the Italian cities, Ostia has a lot of interesting place to be visited. For example you can not miss the tourist’s harbor, that is the ideal destination if you want to have a romantic walk. This place is more interesting if you consider that it has created a great tourist’s attraction where there was only a poor area. In the same area there is also the Borghetto dei Pescatori (Fishermans’ little hamlet) where in September you can take part to the Clams’ Festival and eat really good clams cooked in different ways.

The charm of this area is undeniable and is probably due to the fisherman that here leave and work, closely to the sea.

Pedestrian area
Among the things to do in Ostia, Italy, you can not miss a walk along the new pedestrian area, close to Piazza Anco Marzio. Here you can see the statue dedicated to the famous Italian poet Pier Paolo Pasolini (1922-1975), that was killed in this place. The importance of Pier Paolo Pasolini is underlined by the other two monuments, all in Ostia, that have been dedicated to him.

The tourist’s harbor of Rome
Really close to Ostia and to the mouth of greatest river of Rome,the Tevere, in the northern zone, there is the tourist’s harbor of Rome. Just like the port in Ostia, this harbor, too, was born in a place that has been abandoned for years and that is now a really nice meeting place, where have shopping, a walk or a drink with friends.

Basilica Santa Maria Regina Pacis
This is not one of the historical churches that you can find in so many town of Italy. It is only one hundred years old, as it has been designed in 1916 by the engineer Paolo Orlando that really wanted to build a votive temple to the Queen of the Peace. The desire was to ask to the Virgin the end of the war (the First World War was in fact in act).

The Pier
Among the things to do in Ostia, Italy, there is a walk along the Pier. In has been inaugurated in 1940, but after three years it has been destroyed by the German troops that were trying to avoid the landing of the Anglo-Americans that were close to free Rome.

The archaeological park
When you go to Ostia, another place you can not miss is the archaeological park, that is one of the larger archaeological sites in the ancient Rome. It is the evidence of a ‘castrum’ of the IV century B.C. that in the time developed to an important commercial center. The foundation of aqueduct, of the harbor and of a large theater evidenced the great importance that the ancient Ostia reaches in the II century as commercial and cultural center.

Things To Do In Ostia Italy: Archaeological Park

Unfortunately, the change of the direction of the Tevere led to continuous cover-up of so that, when the river became no more navigable, Ostia starts its decline. Only during the XIX century the excavation starts, to unearth the ruins of the glorious past.

The Ancient Theater

In the ancient Ostia one of the most interesting find is the theater, that was capable to accommodate 2500 people. Because of the growth of the city, that became an important cultural center, at the end of the II century the theater was enlarged, so that it could accommodate about 4000 spectators.
Today the theater is still used, and several cultural events such as classical concerts, drama and dance are performed in this characteristic area.

The ancient village and the castle
In 830, Gregorio IV found a village and start the construction of the walls to protect the inhabitants from the raids of the Saracens. During the XV century the village was enlarged and a great tower was built, together with a moat in which the water of the Tevere slided. The castle was built in 1483, thanks to Giulio II: it was a fortress with a 24 meters fortified tower in the center of a polygonal bastion, that allowed a great protection in case of raids.

At the end of the XVI century the change of the course of the Tevere dry the moat so that the castle was left to its destiny. During the XX century the restoration starts and today it is a great attraction point for tourists and visitors from everywhere.

Discover Our Offers For Your Holidays Contact Us →


 

Photo credits:

1) Ostia Gilberto Gaudio

2) Italy-0219 – Introduction to Ostia => Dennis Jarvis

Set11

Chi non conosce Roma? La Città Eterna, l’Urbe, Roma Caput Mundi; ma anche nei suoi dintorni ci sono molti luoghi incredibili da scoprire, e uno di questi è il Borghetto dei Pescatori di Ostia.

Borghetto dei Pescatori Ostia

Il Borghetto dei Pescatori di Ostia appare, a chi vi arriva per la prima volta, come un piccolo luogo in cui il tempo si è fermato ad un centinaio di anni fa, quando gli uomini lavoravano duramente sul mare e sulle loro piccole barche sfidavano i marosi per portare a casa il cibo per la famiglia, sottraendolo alle onde burrascose. Ed in effetti la storia di questo luogo è molto antica. Come quasi tutto ciò che ha a che fare con Roma, inizia nei secoli dell’Impero Romano, e costituisce il nucleo storico di Ostia, il lido di Roma.

Era il 356 a.C quando fu costruito il Canale dei Pescatori per raccogliere le acque stagnanti di Ostia Antica. La zona venne bonificata e le malattie, come la malaria, scomparvero. Ma sarebbe dovuto passare ancora molto tempo prima che questa zona venisse abitata, poiché spesso la sabbia invadeva il canale.

Sul finire dell’Ottocento, e più esattamente nel 1880, i primi pescatori iniziarono ad insediarsi in questo tratto di costa laziale. Venivano da Anzio e da Procida; avevano mani ruvide per il lavoro in barca, e volti segnati dalla salsedine. A loro fu donata dall’Associazione dei Pescatori Napoletani una statua che raffigurava San Nicola, protettore di chi va per mare. Attorno alla statua fu costruita una piccola, deliziosa chiesa, che ancora oggi si specchia nel canale.

Le condizioni di vita di quegli uomini erano dure, e l’ambiente circostante era ancora malsano. Le sorti del Borghetto dei Pescatori di Ostia cambiarono nel primo trentennio del Novecento, quando di qui passò Benito Mussolini insieme alla scrittrice Margherita Sarfatti.

Leggenda vuole che il motore dell’imbarcazione del Duce si fosse guastata. I pescatori si offrirono di ripararla, e come ricompensa Mussolini decise di rendere più vivibile quel piccolo borgo di marinai. Si dice che in realtà fu la Sarfatti a spingerlo a costruire sei palazzine rosse a due piani, che vennero erette in tempi record.

Una squadra di 360 operai lavorò per 24 ore, giorno e notte, grazie all’illuminazione delle lampare, per 52 giorni di fila. Alla fine le case erano erette, il Borgo era nato così come lo si può ammirare ancora oggi. Era il 1933.

Quasi un secolo è passato, ma camminando per i piccoli vicoli, sul canale dove le imbarcazioni della piccola pesca si riflettono nell’acqua oggi come allora, non sembra cambiato assolutamente niente. Il turista si sente immerso in un’atmosfera cordiale e confortevole, quella di altri tempi, quando le porte di ogni casa restavano aperte per accogliere i viandanti.

Il duro passato di fatica e lavoro che hanno vissuto i padri di coloro che vivono oggi al Borghetto si può leggere ancora sui loro volti, come se fosse entrato a far parte del loro codice genetico. Dall’altra parte, però, c’è anche la schietta semplicità di uomini e donne abituati a condividere quel poco che hanno con tutta la comunità.

Al Borghetto dei Pescatori si capisce quanto sia vero per i marinai l’ideale dell’ostrica di verghiana memoria: le famiglie che crescono sul mare restano unite, attaccate tra di loro come le dita di una mano, ma anche al luogo in cui sono cresciute e hanno prosperato. Così, arrivando in questa piccola piazza che si affaccia sulla riva, ci si sente parte di questa profonda identità, che è poi parte dell’identità collettiva d’Italia.

Il visitatore può sperimentare l’accoglienza dei pescatori specie in un’occasione, ovvero durante la sagra della tellina, che tradizionalmente si svolge tra fine agosto ed inizio settembre. Non si tratta di una sagra come tante, ma di un momento di condivisione in cui non si possono assaggiare dei buoni piatti realizzati con i frutti del mare, ma durante il quale, soprattutto, si può assaporare la sensazione di calore e riconoscenza che deriva dal sentirsi accolti in una comunità gioiosa, rude ma capace anche di ridere e sorridere.

Borghetto Dei Pescatori Ostia: Sagra della Tellina

Il Borghetto fa parte del Municipio X di Roma, e a poca distanza si trovano la pineta di Castel Fusano e il Borgo di Ostia Antica. Da qui si può partire per visitare Roma stessa, con il suo indescrivibile patrimonio architettonico, artistico, culturale.

Il Borghetto dei Pescatori invece non serba grandi reperti, ma qualcosa di assai più importante. Conserva la memoria storica dell’Italia, che è cresciuta ed è diventata grande con il lavoro della terra e il lavoro del mare. In questo luogo si esprime fino in fondo il senso della civiltà marinara, e se ne può comprendere ancora oggi l’intrinseca grandezza.

Scopri Le Nostre Offerte Per Le Tue Vacanze Contattaci →


 

Photo credits:

1) RomaNatura.Roma.it

2) ContattoNews.it

Lug28

Scavi Ostia Antica: Storia

Visitare gli scavi di Ostia Antica è come fare un salto indietro nel tempo. La leggenda narra che fu Anco Marzio, il quarto re di Roma, a volere nel VII secolo a.C. la sua fondazione. Ma questo fatto non è oggettivamente provato.

Quello che invece è più che probabile è l’esistenza di un centro abitato vicino alle saline che si trovavano alla foce del Tevere che, proprio ad Ostia, finiva al mare. Quello che inizialmente fu un abitato risalente al IV secolo a.C. fu successivamente modificato a castrum, ossia un fortilizio protetto da poderose mura tufacee che ospitava un insediamento militare a cui fu assegnato il nome Ostia (Ostium in latino significa foce del fiume) e che si trasformò in uno strategico porto commerciale.

Ostia si implementò di nuovi edifici allungando di conseguenza la cinta muraria che delimitarono l’area urbana ingranditasi fino a raggiungere cinquanta ettari.

La vita della cittadina alle porte di Roma proseguì fino ad ottenere, sotto Costantino di una propria autonomia ma, dopo la caduta dell’Impero romano, non ebbe protezione contro le invasioni barbariche che incominciarono con quella di Alarico e dei suoi Visigoti che si susseguirono fino a portare Ostia al completo abbandono.

Le sue rovine furono dimenticate ed interrate dal tempo fino a quando, negli immediati dintorni nel IX secolo d.C. il papa Gregorio IV decise di costruire un agglomerato abitato che prese il suo nome e del quale puoi ancora vedere il castello fatto erigere da Giulio II nel Quattrocento.

Della Ostia romana si persero le traccia al di fuori del Capitolium, unica costruzione ancora visibile, che venne adibita in ovile.

Scavi Ostia Antica: Capitolium
Continue reading

Lug15

La Basilica di Sant’Aurea si trova nel Borgo Ostia Antica a Roma e, più precisamente, in piazza della Rocca al numero 13. Rappresenta una chiesa cattolica appartenente alla Diocesi di Ostia. Intorno ad essa si trova l’ Episcopio ovvero la residenza dei vescovi, il castello di San Giulio II e numerose abitazioni risalenti al ‘400. Dedicata a Sant’Aurea martoriata nel 268 in seguito alle persecuzioni cristiane.

Chiesa Ostia Antica: La Basilica Di Sant'Aurea
Continue reading

Lug10

Lo si può ancora vedere nelle foto e nelle pellicole in bianco e nero che riportano il tempo, indietro di almeno mezzo secolo se non di più. Parliamo del Lungomare di Ostia, ossia quella striscia di asfalto che parte dall’Idroscalo per terminare a Castelfusano e che segue il profilo del litorale romano. Stiamo ad Ostia, ad una venticinquina di chilometri dalla Capitale, in quello che da sempre è considerato il Lido di Roma.

Lungomare Di Ostia
Continue reading